Nucleare: Belgio ferma due reattori, nuovi problemi sicurezza

via http://ift.tt/1jCm6oI

Electrabel, gruppo belga dell’elettricità, ha annunciato di aver chiuso di nuovo due reattori nucleari del Paese che avevano già avuto problemi di sicurezza nel 2012, dopo la scoperta di potenziali fessure nella calotta dell’impianto. Si tratta del reattore numero 3 della centrale di Doel, vicino Anversa e del numero 2 di quella di Tihange, vicino Liegi, già fermate da giugno 2012 a giugno 2013.Per rimetterle in funzione, Electrabel si è impegnata con l’autorità per la sicurezza del nucleare a condurre test per valutare il comportamento delle calotte. “Faremo nuovi test, per precauzione Electrabel ha deciso di anticipare ad oggi il fermo comunque già previsto dei due reattori, aspettando il risultato” delle verifiche, si legge nel comunicato dell’azienda.

fonte: http://ift.tt/1jCm945

L’articolo Nucleare: Belgio ferma due reattori, nuovi problemi sicurezza sembra essere il primo su Signoraggio.it.


Attacco chimico su Malta!

via http://ift.tt/1hdUove

Sono partito da Pisa per Maltacon un volo della Ryanair nella mattinata di Martedì 18 Marzo. In prossimitàdell’atterraggio all’Aeroporto Internazionale di Malta, poco prima delle ore11, ho avuto modo di rilevare dal finestrino, ad una distanza stimabile di circa1.500 metri e ad una quota di circa 5.000 metri, un aereo di tipologia militarecompletamente bianco e senza contrassegni rilevabili che emetteva un’intensascia di colore nero. Questo aereo ha richiamato immediatamente l’attenzione dialtri passeggeri, che si sono messi a gridare, ipotizzando che stessepecipitando e che quella scia nera fosse dovuta ad un incendio ai motori. Maquell’aereo non stava affatto precipitando. È rimasto nel mio campo visivo percirca un minuto, continuando il suo percorso e lasciandosi alle spalle quellaintensissima scia nera

Probabilmente ero il solo, abordo di quel volo Ryanair, ad aver capito di cosa realmente si trattasse:dell’ennesima operazione di geoingegneria clandestina. Di scie chimiche, perfarla breve e più comprensibile!

Mi sono già occupato di questodrammatico e gravissimo problema in miei numerosi articoli, tutti consultabiliin rete. Non intendo quindi qui ripetermi in lunghe e noiose spiegazioni einvito i lettori che volessero saperne di più a consultare il sito Tankerenemy,la fonte in assoluto più seria ed autorevole a riguardo che abbiamo in Italia.Non mi stancherò però mai di denunciare il fatto che queste operazioni, cheproseguono incessantemente già dagli anni ’90 e che riguardano principalmentetutti i paesi dell’area NATO, avvengono con la tacita connivenza e complicitàdi tutti i governi, fra cui tutti quelli che si sono succeduti da noi nellacosiddetta ‘Seconda Repubblica’. E, nonostante ben quattordici interrogazioniparlamentari, le nostre autorità continuano a tenere deliberatamente all’oscurola popolazione, arrivando ad imporre sulla questione, come è avvenuto conl’ultimo Governo Berlusconi, addirittura il segreto di Stato. Ed è per questoche la maggior parte dei cittadini non sa che le sostanze che vengonoutilizzate per queste irrorazioni, finalizzate ad apportare modifiche ealterazioni climatiche, sono principalmente composte da particolati di metallipesanti ed estremamente tossici, fra cui il bario, l’alluminio e  il cadmio. Sostanze che, come ho già spiegatoanche in un mio articolo recente, sono cancerogene, neuro-tossiche e causanogravi malattie come la sindrome da affaticamento cronico, il morbo diAlzheimer, il morbo di Parkinson e numerose forme tumorali. Queste sostanze,dopo aver svolto la loro segreta funzione ‘aerea’, si depositano sul terreno,sui campi, nei mari, contaminando le falde acquifere e legandosi a livellocellulare con tutte le specie viventi, vegatali ed animali. Le respiriamo, le assimiliamo,sono nell’acqua che beviamo, sono nel nostro cibo. E, se i loro effetti in unarco temporale più vasto sono letali, nell’immediato generano disturbi respiratorie preudo-influenzali, mal di testa e bruciore agli occhi. Sono questi infatti isintomi più denunciati negli ospedali e nei pronto soccorso in concomitanza conil rilevamento delle scie.

Ma torniamo adesso a Malta,perché quello che là è avvenuto negli scorsi giorni e del quale sono statodiretto testimone, rappresenta un caso di irrorazione chimica particolarmenteintenso e sistematico. Dopo l’avvistamento dell’aereo chimico di cui hoparlato, verificatosi già nella fase di atterraggio del mio volo, ho avuto mododi continuare ad osservare il fenomeno per tutti i due giorni successivi. Ilcielo, a tutte le ore del giorno, è stato attraversato da numerose scie chesiintersecavano a raggiera, parallelamente e longitudinalmente; scie sia biancheche nere (il colore dipende esclusivamente dalla diversità dei composti chimiciutilizzati) che restavano visibili per molte ore, fattore questo che esclude apriori l’ipotesi che si trattasse di normali scie di condensazione, generalmenteutilizzata da disinformatori più o meno consapevoli.

Questa massiccia irrorazione, cheha interessato dal 18 al 20 Marzo i cieli di Malta e di Gozo, ha avuto l’effetto- chiaro, visibile e verificabile – di dissolvere e disgregare unaperturbazione che era in arrivo e che avrebbe dovuto portare pioggia. Infatti,nella giornata di Venerdì 21 Marzo, il cielo era tornato ad essere sereno, appenacostellato da avanzi di nuvole disgregate.

La fotografia che ho inserito èstata scattata a Cirkewwa, a Nord-Ovest di Malta, nei pressi dell’imbarco del ferryboat perGozo, la sera del 20 Marzo. Nonostante fosse quasi buio, risultavano ancoravisibili in cielo varie scie chimiche di colorazione nera. Ho riscontrato personalmente,sia in quella giornata che nella precedente, disturbi respiratori e brucioreagli occhi.

Come ho avuto modo di rilevare mediante alcune telefonate, in quei giorni il fenomeno è stato rilevato anche suicieli di molte città italiane. Si è trattato quindi, molto probabilmente, diun’operazione su vasta scala che ha coinvolto simultaneamente varie aree delMediterraneo, un’operazione che è impensabile che possa essere avvenutaall’insaputa del governo maltese e di quello italiano, che si sono così resicomplici per l’ennesima volta di un deliberato attentato alla salute degliignari cittadini.

Nicola Bizzi

L’articolo Attacco chimico su Malta! sembra essere il primo su Signoraggio.it.


"MEZZI PUBBLICI GRATIS PER I ROM", LA BUFALA DIVENTA VIRALE SUL WEB

via http://ift.tt/1jvEnnE

Sul blog di nocensura.com NON trovate mai o quasi, notizie riguardanti gli stranieri, che molti blog e pagine pubblicano spesso perché ottengono numerose visite e condivisioni. 

Noi non siamo “immigrazionisti” e crediamo che i flussi migratori debbano essere regolati, specialmente in un momento come quello attuale di forte crisi, con la disoccupazione a doppia cifra; tuttavia dobbiamo tenere presente che l’immigrazione è dovuta alla miseria in cui versano molte nazioni del mondo A CAUSA DELLE POLITICHE E DEGLI INTERESSI di quell’élite che oggi sta impoverendo anche il nostro paese; 

Per consentire a qualcuno di possedere yacht, jet privati, rubinetti d’oro ed un esercito di governanti, maggiordomi, giardinieri e bodyguard, devono far vivere in povertà milioni, anzi miliardi, di persone.

Quanto alla situazione italiana, è innegabile che la situazione sia gestita male, però PRENDETEVELA con chi GOVERNA e con chi permette certe situazioni, anzi alcuni partiti politici sull’immigrazione hanno basato le proprie fortune politiche: cavalcando la tigre per fini elettorali, raccogliendo voti e poltrone, SENZA RISOLVERE NIENTE, anzi quando hanno governato la situazione è peggiorata.

Come disse Malcom X “se non state attenti, i media vi faranno odiare gli oppressi e amare gli oppressori”…

Staff nocensura.com
- - - - -
"Mezzi pubblici gratis per i rom", ma è una bufala
«Dal 1 aprile i rom viaggeranno gratis sui mezzi di trasporto pubblico». La notizia, lanciata da un blog, è diventata virale sul web grazie alle condivisioni dei social. Peccato, però, che si tratti di una bufala. Non sono stati pochi gli italiani che, indignati dopo aver letto il titolo della notizia, hanno diffuso il link sui social network, ma sarebbe bastata una rapida occhiata al testo per capire come sia del tutto priva di fondamento. Il blog riporta le dichiarazioni del presunto presidente della Commissione per le Pari Opportunità della Camera: «Un aiuto concreto ai tanti Rom che usano il trasporto pubblico per poter mendicare e trovare il giusto sostentamento per una vita dignitosa. Un impegno per garantire a tutti la fondamentale libertà di sopravvivenza. Questo provvedimento continua sulla strada intrapresa dal nostro Governo in questa fase di profonda crisi». Peccato che Beneamato, esponente di Sinistra Ecologia e Libertà, non sia mai esistito.



Fonte: leggo.it



Volo Malaysian: Un’altra cospirazione degli Stati Uniti ?

via http://ift.tt/1grViFM

Il 13 marzo 2014 Veterans Today hanno detto che potevano dimostrare che il volo Malaysian Airlines 370 è “a terra”. I media main stream avvistavano i relitti ma le famiglie dichiaravano di essere riusciti a chiamare e far squillare i cellulare dei loro cari, una circostanza quindi che esclude quella del “jet abbattuto”.
Ora, siamo certi che si tratta di una “operazione occulta” (black op) al più alto livello. Questo fatto da solo non sorprende nessuno. La questione più importante è la ramificazione che una tale verità si porta dietro.

Oggi, nessuno dubita della disavventura del volo 370. Tuttavia, la vera storia è così grande che non può e non sarà mai detta, così come per misteri simili come l’11 Settembre 2001, possiamo aspettarci delle spiegazioni degli eventi inverosimili e  fiabeschi fino a quando queste versioni non riceveranno riconoscimento ufficiale.

Solo i morti conoscono la verità.

Il brano che segue è preso da un ex colonnello di volo della US Air Force che attualmente vola il Boeing 777/200 per una grande compagnia aerea:

"Solo un rapido aggiornamento con quello che so sulla vicenda del volo Malese 777 scomparso. Il Boeing 777 è il velivolo che io volo. E’ un grande, sicuro aeroplano. Ha, per la maggior parte, una tripla ridondanza nella maggior parte dei sistemi, per cui se si rompe un sistema (non parti di un sistema), ci sono solitamente più 2 strumenti identici che possono reggere il carico. E’ inoltre progettato per essere facile da essere usato per cui anche piloti provenienti dal terzo mondo possono correttamente manovrarlo. A volte, anche questo non funziona …

Ci sono molti modi per il 777 di volare e ci sono livelli di sicurezza e di ridondanze  integrate nel velivolo. Ci sono tanti sistemi di comunicazione sul velivolo: 3 VHF, 2 sistemi SatCom, 2 impianti radio HF, oltre al transponder e attività di monitoraggio in ‘tempo reale’ attraverso il CPDLC (Controller Pilot Data Link Clearance), il ADSB (Data Service Air ), attraverso i sistemi SatCom e ACARS (Aircraft Communications Addressing e di reporting), attraverso il VHF,  i sistemi HF e il Satcom. I controllori del traffico aereo sanno dove siamo, la velocità,  l’altitudine, ecc così come tutto quello che viene mostrato sui nostri computer e sui sistema di guida del volo. Una sorta di Grande Fratello della sicurezza!Tuttavia, la maggior parte di queste cose possono essere spente.
LEGGI TUTTO»»

Come evitare l’acidità organica

via http://ift.tt/NGgRFC

Alimentazione sanaTutti quei processi e manifestazioni che noi chiamiamo malattie, sono la diretta conseguenza di un’eccessiva acidificazione del sangue, dovuta per lo più a una sbagliata alimentazione. Dopo un pasto, i nutrimenti e le tossine (rifiuti organici) derivanti dalla digestione, fluiscono dal tratto intestinale nel sangue e nel sistema linfatico.
Attraverso l’osmosi, i nutrimenti e le tossine si aprono poi anche un passaggio verso il citoplasma, ossia quella parte della cellula che avvolge il nucleo delle cellule organiche. Tutte le cellule hanno una caratteristica comune: il citoplasma ha una reazione alcalina (negativa) e il nucleo ne ha una acida (positiva), ciò crea una differenza di potenziale elettrico tra il citoplasma ed il nucleo. Questa differenza di potenziale elettrico determina la “vitalità” delle cellule.
Se questo potenziale elettrico si riduce al di sotto di un certo livello, la cellula si ammala e può anche morire. Quando il sangue quindi porta con sé molte sostanze acide, per esempio, le tossine, le stesse possono penetrare all’interno delle cellule e neutralizzare l’alcalinità del citoplasma. Se perciò la concentrazione delle tossine nella circolazione del sangue è più alta di quella nelle cellule, le tossine continueranno a fluire nel citoplasma delle cellule ed eventualmente a precipitare, creando dei cristalli.
Periodicamente, durante i periodi in cui la vitalità è elevata, l’organismo prova a correggere questa condizione, attraverso delle acute crisi di guarigione: le cosiddette “malattie”. Dopo molti anni, tuttavia, se una persona non migliora le proprie abitudini e il proprio stile di vita, verrà a crearsi una malattia cronica. Ed alla base di tale malattia possiamo sicuramente trovare un grande accumulo di tossine.
Il punto di vista dell’omotossicologia:
Secondo l’insegnamento di “H.H. Reckeweg”, fondatore della “omotossicologia”, tutti quei processi e manifestazioni che noi chiamiamo malattie, sono espressione della lotta dell’organismo contro le tossine, per renderle innocue e poi espellerle. L’organismo può vincere o perdere questa battaglia; in ogni caso quei processi che noi chiamiamo malattie non sono altro che utili funzioni biologiche, finalizzate alla disintossicazione naturale del corpo e alla difesa contro i veleni. L’organismo, infatti, cerca sempre di compensare i danni che ha subito e che non è riuscito ancora ad eliminare.
LEGGI TUTTO»»

E’ in arrivo la maxi-tassa per l’Europa: mille euro all’anno per persona per vent’anni L’ultimo mostro targato UE

via http://ift.tt/1oOQV8M


E’ in arrivo la maxi-tassa per l’Europa: mille euro all’anno per persona per vent’anni

L’ultimo mostro targato UE: il Debt Redemption Fund (Fondo di Redenzione del Debito)


Altro che le buffonate del berluschino fiorentino! Altro che l’altra Europa dei sinistrati dalla vista corta! E’ in arrivo sul binario n° 20 (anni) un trenino carico di tasse targate Europa. Ma come!? E le riduzioni dell’Irpef dell’emulo del Berluska? Roba per le urne, che le cose serie verranno subito dopo.



Di cosa si tratta è presto detto. Tutti avranno notato lo strano silenzio della politica italiana sulFiscal Compact, quasi che se lo fossero scordato, magari con la nascosta speranza di un abbuono dell’ultimo minuto, un po’ come avvenne al momento dell’ingresso nell’eurozona per i famosi parametri di Maastricht.



Ma mentre i politicanti italiani fingono che le priorità siano altre, a Bruxelles c’è chi lavora alacremente per dare al Fiscal Compact una forma attuativa precisa quanto atroce. Anche in questo caso, come in quello dell’italica Spending Review, sono all’opera gli “esperti“: undici tecnocrati di provata fede liberista, guidati dall’ex governatrice della banca centrale austriaca, la signora Gertrude Trumpel-Gugerell. Entro marzo, costoro dovranno presentare al presidente della Commissione UE, Barroso, le proprie proposte operative. Poi arriverà la decisione politica, presumibilmente dopo il voto degli europei che di quel che si sta preparando niente devono sapere, specie se sono cittadini degli stati dell’Europa mediterranea.

LEGGI TUTTO»»

Occupazione in salita in Europa, non in Italia

via http://ift.tt/1l0IwzX

Finalmente, dopo oltre due anni, il dato torna positivo, segnando un timido, ma si spera incoraggiante, +0,1% rispetto al trimestre precedente. Stesso valore positivo si registra anche nell’Unione a 28 paesi. Su base annua però l’occupazione è ancora in calo, segnando rispetto al quarto trimestre 2012 un -0,5% nella zona euro, e un -0,1% in tutta l’Unione europea.

Nel dettaglio dei singoli paesi europei, il dato positivo su base congiunturale non riguarda però l’Italia, dove nel quarto trimestre 2013 l‘occupazione scende dello 0,5%, mentre il calo è ancora più forte su base annua, con il -2% di occupati nel nostro Paese.

Tra gli altri Paesi dell’Unione, perdono posti di lavoro rispetto nell’ultimo trimestre 2013 rispetto al precedente: la Bulgaria (-0,2%), l’Estonia (-1,3%), Cipro (-0,6%), la Lettonia (-1,1%), Malta (-0,2%) e i Paesi Bassi in calo come l’Italia (-0,5%).

Cresce invece l’occupazione in Grecia dello 0,2%, anche se su base annua il calo è ancora forte a -2,6%. Registra il miglior dato l’Irlanda, con +0,6% di crescita dell’occupazione su base congiunturale e un +3,2% sull’anno. la Germania vede l’occupazione salire dello 0,2% su base congiunturale e dello 0,6% su base annua. Quasi piatto il dato della Francia con +0,1% su base congiunturale e -0,1% su base annua. La Spagna vede l’occupazione crescere su base congiunturale dello 0,6%, mentre diminuisce su base annua dell’1,3%. Riprende l’occupazione anche un altro paese dell’euro in crisi, il Portogallo, con +0,7% su base congiunturale e +0,% su base annua.

Tra tutti i membri dell’Unione, il calo più forte lo registra Cipro con -4,1% di occupazione su base annua. Mentre a Malta, pur calando l’occupazione rispetto al terzo trimestre 2013, cresce del 2,6% sul quarto trimestre 2012.

L’ultimo dato positivo sull’occupazione nella zona euro, fanno sapere da Eurostat, risale al secondo trimestre 2011, quando venne registrato un +0,2%. In complesso, sono 145 milioni gli occupati dell’Eurozona e 233 quelli di tutta l’Unione europea a 27.

Ieri, nel suo bollettino mensile, la Banca centrale europea aveva annunciato “evidenti miglioramenti” nel mercato del lavoro, prevedendo una futura riduzione della disoccupazione. L’Eurotower aveva anche rivisto al rialzo le stime sul Pil dell’Eurozona, portandole da +1,1% a +1,2% per il 2014. Il Pil del 2015 dovrebbe invece crescere dell’1,5%. Rimane tuttavia il nodo dell’inflazione troppo bassa: per i prossimi mesi si prevede un tasso “in prossimità dei livelli attuali” (a febbraio 2014 l’inflazione nell’eurozona è rimasta stabile allo 0,8%), che dovrebbe aumentare gradualmente verso il 2% nel medio-lungo termine. Il 2% è l’obiettivo fissato dalla Bce per l’inflazione nel medio termine, obiettivo che però non sarà raggiunto nemmeno nel 2016. Le nuove stime del bollettino mensile prevedono un’inflazione a +1% nel 2014 (la precedente stima era all’1,2%), all’1,3% nel 2015 e all’1,5% nel 2016. Intanto, cala l’inflazione anche in Germania: l’ufficio di statistica tedesco comunica oggi che il tasso di inflazione sui prezzi al consumo del Paese è sceso a febbraio all’1%, dall’1,2% di gennaio.

fonte: http://ift.tt/1eOPIYo

L’articolo Occupazione in salita in Europa, non in Italia sembra essere il primo su Signoraggio.it.